Corso di scrittura creativa

Corso di scrittura creativa autobiografica ONLINE

Con Monica Faggiani

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.
(Ennio Flaiano)

A chi è rivolto il corso di scrittura creativa autobiografica?

A tutti coloro che attraverso piccole “improvvisazioni di parola”, hanno il desiderio di trasformare un ricordo, un episodio, un evento, tratto dalla propria biografia in materiale artistico.

Come sarà strutturato il corso

Il corso sarà strutturato in 3 moduli il giovedì dalle 15:30 alle 17:00.

Durante questo percorso gli allievi impareranno a scrivere una storia partendo dalle proprie esperienze raccontandone le emozioni, le passioni e le difficoltà.

Sarà sviluppato in tre moduli:

  • PRIMO MODULO : OTTOBRE/DICEMBRE ONLINE. Partendo dalla vostra storia, dalla strada che state percorrendo nel mondo. Voi siete la vostra buona storia. Durante questo primo modulo imparerete a raccontarla.
  • SECONDO MODULO: GENNAIO/MARZO ONLINE. Si passa al momento di affrontare la tecnica narrativa per riuscire a scrivere esattamente la storia che si vuole scrivere. Elementi che studierete:
  • struttura
  • trama
  • personaggio e suo arco narrativo
  • conflitto
  • mondo narrativo
  • tema

TERZO MODULO : APRILE/GIUGNO ONLINE + 1 WEEKEND DAL VIVO Sperimenterete, infine, come la parola scritta si fa “viva” quando viene pronunciata. Cosa cambia quando leggiamo/recitiamo ciò che abbiamo scritto? Getteremo, così, le basi per una “mise en espace” aperta al pubblico che concluderà il nostro percorso.

Dove si terrà il corso di scrittura creativa autobiografica?

Online con un weekend dal vivo alla fine del percorso.

Quanto costa il corso e come faccio ad iscrivermi?

Per tutte le info su prezzo e modalità di iscrizione scrivi a info@factory32.it 

L’insegnante:

Monica Faggiani si diploma nel 1992 all‘Accademia dei Filodrammatici di Milano.
Perfeziona la sua formazione con Leo De Berardinis, Federico Tiezzi, Andrea Taddei, Walter Malosti, Elio De Capitani, Peter Clough. 

Lavora con molti tra i più importanti registi italiani:
Sergio Maifredi (Orlando Furioso, La donna di un Tempo), Guido De Monticelli (Le furberie di Scapino), Renato Carpentieri (Misere menti cieche anime), Marco Baliani (La ballata del migrante), Antonio Latella (Otello) e tanti altri. 

Nel 2016 ha scritto diretto e interpretato Quel che resta – A proposito di mobbing shocking e altre amenità selezionato da In Scena! Italian Theater Festival Ny – edizione 2019.
Lavora come autrice scrivendo per se e per altri.
Nel 2019 viene messo in scena il suo primo testo teatrale, scritto a quattro mani con la collega Silvia Soncini: Non lo deve sapere prodotto da Teatro Libero di Milano e Binario 7 di Monza. In qualità di assistente alla regia segue Carmelo Rifici in Lungo viaggio verso la notte.
Cura la regia, insieme a Paola Giacometti e Raffaella Boscolo del Progetto Tre sorelle e del testo MILF – Mamma insegnami la felicità scritto e interpretato da Natalia Magni e selezionato al Festival Inventaria 2019. Per il Cinema partecipa al film Si può fare per la regia di Giulio Manfredonia.
Partecipa alla fiction Cuori Rubati, alle sit-com Via verdi 49 e A.Q.A. – Attori Quarantenati Anonimi.
E’ tra le protagoniste della web-serie Rajel prodotta da Oltre l’orizzonte – Contro-narrazioni dai margini al centro.  Dal 2009 al 2016 dirige la Scuola di Teatro Teatri Possibili curando la Direzione Didattica ed Organizzativa della Scuola e ideando particolari progetti formativi. Laureata in Psicologia e diplomata come Counselor Teatrale e Councelor in Programmazione Neurolinguistica è attualmente impegnata anche in progetti di Formazione Aziendale, progetti di Coaching e progetti di Counceling.